.
Annunci online

Valhalla
Caffè illuminista


Caffè Blog


5 dicembre 2006

Caffè Blog


Caffè Blog vi chiede di segnalare un blog che a voi è molto piaciuto di recente.
Queste sono state le vostre risposte.
Grazie ancora per la partecipazione.


Dany

 

Raccolgo il tuo invito e ti segnalo un Blog che conoscevo già, ma che ho cominciato a frequentare solo di recente.

Lo trovo delicato, ma interessante: molto femminile, non banale, e si nota subito che l'Autrice ha una capacità innata di condurre il lettore verso tematiche anche particolarmente profonde.

Il suo merito, inoltre, è quello di essere un lettrice accanita: il che non può ch rendermela particolarmente vicina.

L'indirizzo:
http://leletteredisimo.splinder.com/

 

Gloutchov

www.gloutchov.ilcannocchiale.it

 

POST-IT

(http://www.albertobondoni.it/postit/index.php)

 

Ho già parlato di questo blog in un mio post (rubrica: I link del Venerdì) di qualche tempo fà. E' forse il blog che più mi ha incuriosito e che più ho apprezzato in questi ultimi tempi. E, di conseguenza, per quanto non sia una novità assoluta (per me e per quelli che leggono il mio blog), ritengo che meriti di essere citato ancora una volta.

Alberto Bodoni ha voluto, con questo suo blog dedicato ai post-it, dare brevi ed efficaci commenti alle notizie di attualità che più hanno attirato l'attenzione dell'opinione pubblica.

Si tratta di un blog particolare. Ogni post-it è un commento alla notizia e, allo stesso tempo, il link ad essa stessa. 

In pratica, prima si legge il pensiero dell'autore del blog e, poi, se incuriositi, si va a cliccare sul post-it per vedere a cosa si riferiva la frase letta precedentemente.

E' un blog curioso, originale e, in un certo verso, innovativo. Sempre pieno di ironia e/o, alla peggio, di sarcasmo.

Divertente da leggere e, comunque, capace di far riflettere sui temi quotidiani. Un modo diverso di essere informati e di mantenere viva la propria curiosità.

Di Bodoni esiste anche un blog più tradizionale, in cui parla di se stesso, ovvero Zack (http://www.albertobondoni.it/zack/), e, in un prossimo futuro, avrà luce una sua nuova creatura, chiamata PopCorn, che sicuramente sarà sorprendente come "Post-it" e "Zack"

L'accesso ai tre blog, può avvenire dalla Main page del suo sito (http://www.albertobondoni.it/), oppure attraverso i link diretti che già ho citato.

 

Aislinn

www.aislinn.ilcannocchiale.it  

 

Sono molti i blog che amo: scritti da persone speciali, ho imparato a conoscerli, ad amarli, a considerarli in qualche modo amici. Tra tutti, ho scelto di segnalare http://glun.ilcannocchiale.it/. Parole e immagini: sentimenti e profumi, sensazioni e colori, ricami e poesie... Con forza, e con dolcezza; con orgoglio, e con amore

 

Sapereaude

www.sapereaude.ilcannocchiale.it

 

campo_di_grano_con_psyche. è un blog fatto di immagini e di parole. è un campo di grano, è la natura, è l'immagine, è il concreto, con psiche, con l'inconscio, con l'oniricità, l'astrattismo. le parole sembrano spesso direttamente intrecciate con l'immagine che viene postata con loro, ma a guardarle bene, vedi che scappano, che si dileguano, perchè hanno da dire sempre qualcosa di più. parole e immagini, unite ma separate, entrambe piccoli microcosmi da gustarsi singolarmente, per un po' di riflessione, per allontanarsi un po' dalla realtà, o per non lasciarle sole.

Kiki

www.kiki.ilcannocchiale.it

 

Io promuovo lei, anche se tutti la conosciamo già da tempo (e per fortuna!).

La Scusi (http://scusiscende.ilcannocchiale.it/) è simpatica, sarcastica, spontanea, puzzona, permalosa e... attaccata da gentaglia "pro-censura".

Allora io dico basta.

Mi sono rotta dei web-bulli che non hanno di meglio da fare che dire ad una persona come deve fare e cosa deve scrivere.

Un sito internet è visitabile o meno, per chi non lo avesse capito.

Un blog è personale, per chi non lo avesse capito.

Un post può essere letto o meno, per chi non lo avesse capito.

Un commento può anche non essere scritto, per chi non lo avesse capito.

Con questo urlo ai quattro venti "W LA SCUSI!", perchè non si merita il "web-mobbing" che sta vivendo negli ultimi mesi, perchè i suoi post mi mettono sempre di buonumore, perchè la sua ironia è molto simile alla mia e a quella di molta altra gente che, però, forse vergognandosene (ma perchè poi!), tende a censurare.

Basta insulti, gente.

Se non vi sta bene, navigate altrove.. tanto c'è spazio!

E ora scusatemi, ma io me ne torno dalla Scusilandia a leggere ancora un po'.

 

Lady Rose noire

www.ladyroseantique.ilcannocchiale.it

 

Per quanto mi riguarda è da sempre il blog di OmbraLunare (http://ombralunare.ilcannocchiale.it):  l'eleganza della grafica, dei temi scelti e dell trattazione degli stessi lo rendono senz'altro uno dei migliori ne Il Cannocchiale. Il suo è uno sguardo lucido sull'attualità, arte, letturatura, nell'espressione poetica di sè, nella scelta mai scontata delle immagini. Nella sua lucidità non vi è perdita di umanità: Ombralunare insegna che esiste un modo altro di vedere, guardare, osservare, udire, assaporare, ricordare ... Leggerlo è come stare seduti nel silenzio di una sera d'estate, con lo sguardo perduto sulla riga dell'orizzonte e l'anima accarezzata dal vento caldo ..."

 

Irlanda

www.irlanda.ilcannocchiale.it

 

Se ricordo bene la domanda di questa "puntata" era parlare di un blog che, recentemente, abbia colpito la nostra attenzione, vero?
Ve ne sono molti comunque credo che "emaetizi.ilcannocchiale.it" meriti una citazione.
È raro trovare un blog con la stessa sensibilità, forza e impegno politico...Davvero speciale

 

 

Salutoni a tutti
Alessio




permalink | inviato da il 5/12/2006 alle 8:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa


25 novembre 2006

Caffè Blog


Caffè Blog vi domanda di sponsorizzare un blog che a voi è particolarmente piaciuto di recente.
Al fine ovviamente di renderlo noto.
Aspetto con ansia
Pubblicherò il giorno 5 dicembre.
Buon lavoro.


Salutoni a tutti
Alessio




permalink | inviato da il 25/11/2006 alle 15:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


18 settembre 2006

Caffè Blog


Caffè Blog vi domanda: Qualefilm consigliereste di andare a vedere?.
Grazie mille per le risposte.



Arius

( www.arius.ilcannocchiale.it)

 

Come amante del cinema, non posso non aspettare con trepidazione l'uscita di
INLAND EMPIRE, l'ultimo capolavoro di David Lynch che ha suscitato una vera
e propria ovazione a Venezia. Accennarvi alla trama è direi impresa ardua,
in quanto il film, nel miglior Lynch-style che si rispetti, è un incastro di
realtà diverse, un gioco di scatole cinesi in cui vite e vicende si
accavallano tra di loro, fondendosi e generando qualcosa che fa dubitare
allo spettatore persino che vi sia una realtà al di fuori della sala del
cinema. Se volete confrontarvi con un film onirico e che susciterà in voi
inquietudine e interrogativi..beh...ci vediamo in sala!

 

Martin Rua

( www.martinrua.ilcannocchiale.it )

 

Io suggerirei La stella che non c'è, l'ultimo film di Gianni Amelio. Finalmente un film italiano meno casereccio e più attento ai problemi internazionali del momento; un film che parla di un viaggio, un tuffo in una realtà che spaventa il capitalismo: questa Cina che sembra indistruttibile, ma che deve il suo successo ai profondi contrasti che la caratterizzano. Un Sergio Castellitto che è la maschera stessa di questo disagio completa, a mio avviso, la pregevole opera di Amelio.

 

Alias

( www.alias.ilcannocchiale.it )

 

La pioggia di questi giorni fa venire nuovamente voglia di cinema e di un bel film. Mi spiace ma non sono ancora aggiornata sulle novità in uscita e credo lo farò al più presto magari leggenoVi.

Un film che invece consiglio, per chi non l'avesse ancora visto, è "Cars": carino, divertente e con due simpatici gommisti romagnoli. Un modo per passare una serata spensierata senza impegnare troppo le proprie risorse mentali ed emotive. Ogni tanto fa anche bene.

 

Aislinn

( www.aislinn.ilcannocchiale.it )

 

Due sono i film che aspetto di vedere in particolare. Il primo è "Pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma", non un granchè il titolo italiano rispetto all'originale ("Dead Man's Chest") ma sequel che si preannunica interessante soprattutto per l'opportunità di rivedere in azione il pirata Jack Sparrow ("capitano!"), assurto in breve tempo al ruolo di icona moderna, furbo, dalla parlantina imprevedibile e dalle molte sfaccettature, creato dal talento di Johnny Depp. Mi aspetto azione, divertimento, due ore abbondanti senza troppi pensieri ma godibili come dev'essere nella miglior tradizione dell'entertainment; molti effetti speciali, ma anche ottime prove d'attori.

 

L'altra pellicola che attendo non so purtroppo quando riuscirò a vederla: si tratta di "Pan's Labyrinth" o "Il labirinto del fauno" di Guillermo Del Toro. Il film mi risulta essere stato presente a Cannes, ma non l'ho mai visto arrivare nei cinema e comincio a pensare che dovrò attendere l'uscita in dvd. La storia è quella di una ragazzina spagnola che, durante la Seconda Guerra Mondiale, scopre un misterioso labirinto popolato di arcane creature. Dal trailer disponibile sul sito ufficiale http://www.panslabyrinth.com/ emergono atmosfere suggestive e inquietanti, degne di Tim Burton: un film che mi ha stuzzicato fin dalla prima volta che ne ho sentito parlare, e che purtroppo ancora non sono riuscita a vedere.

Irlanda
( www.irlanda.ilcannocchiale.it )

Non consiglio un film recente ma 2 film che mi hanno emozionato tanto:
-il cielo sopra Berlino di Wim Wenders, poesia allo stato puro!
-Terra e libertà di Ken Loach, brividi!

Sophya
( www.sophya8.ilcannocchiale.it )

Thank you for smoking

 

Ultimamente non ho frequentato spesso il cinema, ma presto andrò a vedere con una mia amica questo film che lei vuole a tutti i costi vedere con me. È tratto dal libro Si prega di fumare di Christopher Buckley, (ed. Baldini Castoldi Dalai), è una commedia divertente su lobbies e politically correct sul mondo del tabacco.

Il protagonista, Nick Naylor, è il primo portavoce dell'industria del tabacco. Già obbligato a combattere contro un nutritissimo drappello di nemici "istituzionali", Nick subisce un anomalo attentato: rapito, gli viene applicata una letale corazza di cerotti antifumo, la cui lenta ma regolare emissione di nicotina gli provoca un collasso quasi totale. Ristabilito, Nick passa al contrattacco.

Per la critica completa, vi consiglio di consultare la recensione fatta sul sito del Cinematografo, su http://www.cinematografo.it/Recensioni/00005598.html .

A presto





permalink | inviato da il 18/9/2006 alle 19:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa


10 settembre 2006

Caffè Blog


Nuova stagione di Caffè Blog, altre domande, tante novità ( vi farò partecipe delle novità future a breve, spero vi siano gradite) e soprattutto il vostro fondamentale contributo.
Con Settembre, lo sappiamo bene tutti il cinema rinasce, sboccia in tutta la sua bellezza ed attrazione mediatica.
Dunque vi domando, quale film consigliereste di andare a vedere?.
Come al solito sette giorni di tempo dopo di chè pubblico.
Statemi bene

Il regolamento, per chi volesse aderire all'iniziativa è nei link ala vostra destra.


Salutoni a tutti
Alessio




permalink | inviato da il 10/9/2006 alle 10:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


22 luglio 2006

Caffè Blog




Caffè Blog vi chiede un pensiero sull'estate, letterario, artistico, personale, come volete voi, basta che sia sincero.
Attenzione: Caffè Blog chiude per l'estate, ci si risentirà a settembre, grazie ancora a tutti.
Ed ecco le risposte

 

Arius

( www.arius.ilcannocchiale.it )

 

Per quanto mi riguarda,l' estate è da sempre associata al viaggio, alla
scoperta del mondo, quindi consiglierei musica e libri associati a tale
tema.
Come prima scelta consiglio le "Storie" di Erodoto, lettura interessante e
dal sapore esotico, animata dallo spirito critico del Viaggiatore ante
litteram,
che ci racconta moltissimi aneddoti sul mondo ai tempi della Grecia
classica, mischiando mito e verità.
Un'altra lettura che mi sentirei di consigliare è "Mondo Perduto" di Conan
Doyle, che per me è un "must" nel genere avventuroso-esplorativo.
Il romanzo è molto avvincente e vi terrà incollati alla sedia (o alla sdraio
eheh) per ore. Come colonna sonora...senz'altro mi sento di consigliare Enya
(possibilmente il greatest hits). Le atmosfere epiche e celtiche della sua
musica la rendono perfetta per qualsiasi viaggio.
Infine, un ultimo consiglio: se potete, recatevi in Grecia a visitare
l'isola di Santorini...vi assicuro che è uno dei posti più belli che abbia
mai visto!La
scogliera altissima che si infrange a picco sul mare e quegli agglomerati di
casette bianche con la cupola blu resteranno per sempre nel mio cuore, cosi
come sono sicuro che colpiranno il vostro

 

Martin Rua

( www.martinrua.ilcannocchiale.it )

 

Vi suggerisco una gita nella Val d'Orcia, un posto incantevole in provincia di Siena. In particolare vi segnalo un paese piccolo e delizioso arroccato su una collina nel mezzo della valle. Si tratta di Radicofani, il paese in cui trovò rifugio il famoso bandito Ghino di Tacco, citato anche da Dante nella Comedìa. Il 23 luglio (domani quindi!) vi sarà una festa medievale con tanto di cena tipica dell'epoca di Ghino, duelli e sfilate in costume.
In ogni caso, una passeggiata da quelle parti vale la pena anche senza festa medievale. Ecco il sito ufficiale del comune di Radicofani:
http://www.radicofanitour.it

Ciao
Martin.'.

 

Kiki

( www.kiki.ilcannocchiale.it )

 

LA KIKI-SOUNDTRACK DELL’ESTATE:

decalogo dei buoni consigli!

 

01^ - Chi va al mare:

È  meglio che eviti la mucillagine dell’Adriatico in zona Romagnola! :P (parlo per esperienza!).

02^ - Chi va al mare:

Si ricordi gli elementi fondamentali: amici-palla-musica-costume-crema-(la bandana è proibita!)-pinne-fiato.

03^ - Chi va al mare:

Può tranquillamente corteggiare il bagnino, soprattutto se è il figaccione conosciuto l’anno scorso al momento del noleggio di un pedalò! (RI-parlo per esperienza!)

04^ - Chi va in montagna:

Ha tutta la mia invidia.

05^ - Chi va in montagna:

Non può esimersi dal rispettarla e dal trarre da essa ogni tipo di sensazione, emozione e momenti di riflessione.

06^ - Chi va in montagna:

Si ricordi che è meglio un residence rispetto ad un albergo, perché in escursione tutti gli orari sono leciti!

07^ - Chi va all’estero:

Deve avere una Kiki in valigia. (tanto per intenderci io voglio andare a Parigi da una vita.. e in questo momento più che mai.. hihihi!! Chissà perchè!)

08^ - Chi va all’estero:

Non si metta a fare il solito Turista, ma si emozioni per quello che la città ospitante farà respirare, per ogni vicolo, sorriso, sguardo, albero…, senza sentirsi in colpa per aver perso la visita a pagamento per quella determinata chiesa, piuttosto che per un museo! Girate ed ascoltate il vostro istinto.

09^ - Chi va all’estero:

Non sia timido, entri in contatto con le persone ed torni a casa veramente rinato.

10^ - Chi non va da nessuna parte:

Anche questa tipologia di persone purtroppo esiste: sono io.

E mò? Che estate del menga mi aspetta?

Bah, credo che parteciperò alla gran parte di eventi culturali (concerti, spettacoli teatrali, cinema all’aperto…) offerti da BèBo a Bologna.

Venite con me? :P

 

Aislinn

( www.aislinn.ilcannocchiale.it)


Estate... In questo periodo di sole, giornate libere e vacanze, c'è un libro che vorrei consigliarvi, e che mi sembra adattissimo al periodo: "Una città o l'altra - viaggi in Europa" di Bill Bryson. L'autore, americano, racconta con deliziosa ironia un suo lungo viaggio attraverso il Vecchio Continente, tra grandi capitali e paesini sperduti, mostrandoci lati spesso insospettabili della nostra realtà, tra ammirazione e shock culturale, amore e disorientamento. Se quest'anno avete già prenotato le vacanze, per il prossimo potreste farvi ispirare da questo volume scegliendo qualcuna delle località qui descritte. Potete trovare altri commenti sul libro qui: http://www.internetbookshop.it/ser/serdsp.asp?shop=1&c=VAU1JFTUZNLRN


Sciamano

(
www.sciamano.ilcannocchiale.it )


Marvin
Visita alla rocca di Montsegur

In Francia, in mezzo ai Pirenei, si trova il piccolo paesino di Montsegur e l’omonimo castello.

Il luogo è di massima rilevanza storica, essendo stato l’ultima roccaforte dei Catari prima che essi venissero sterminati con la Crociata mossa contro di loro. E’ bene dire che i Catari di Montsegur non furono passati a fil di spada, ma si gettarono volontariamente nel rogo che ardeva alle pendici del castello.

Un luogo che trasuda storia, ma allo stesso tempo rappresenta un posto carico di energia postitiva, dove si può provare una sensazione di pace unica. Per maggiori dettagli http:sciamano.ilcannocchiale.it .

 

Rose noire antique
(
www.rosenoireantique.ilcannocchiale.it)


Non sono molto in armonia con l'energie estive: il caldo, l'afa il sole che non tramonta mai, la luce che violenta ogni anfratto dell'anima e della casa rendendo impossibile sfuggirgli, tutto è così faticoso ... le consuetudini di questo periodo, soprattutto durante le ferie, riguardano letture arretrate da finire, o libri nuovi da scoprire, mostre e musei da visitare ... ma tutto questo è rivolto verso l'esterno e mai verso l'interno di noi stessi. Personalmente trovo abbastanza squallide le "vacanze": lunghe cose ai caselli per posti di mare o montagna affollatissimi, dove condividere con estranei, nemmeno troppo educati, intimità e quotidianità. Il mio consiglio? Utilizzare questo periodo per viaggiare dentro sè stessi, lungo le vie di una città vuota, nel nulla di una notte in campagna, tra il cicaleccio fanciullesco di un parco della vostra città, nel silenzio di un appartamento di un condominio desolato. Abbandonarsi al silenzio, ascoltare noi stessi, penetrare la solitudine e vedere riflesso in ogni gesto, di solito scontato, che compiamo, una parte di noi stessi: per una volta diveniamo noi il nutrimento della nostra anima, lasciamo il nostro corpo al riparo da rumori e luci e riscopriamoci ... forse non siamo chi crediamo di essere.


Irlanda

(
www.irlanda.ilcannocchiale.it )


Circondarsi delle persone alle quali si vuol bene e ricordare loro che sono importanti.
Vivere con serenità gli attimi, possibilmente con un sorriso sulle labbra...E un buon libro sotto braccio.
Saluti a pugno chiuso
R.


Sapereaude

(
www.sapereaude.ilcannocchiale.it )


Un pezzo sui consigli per le vacanze. Beh, è ovvio che le vacanze sono il periodo che tutti aspettano. Lo aspettano da un anno, e di solito vola via veloce lasciando dietro di sé amore e divertimento. La depressione post vacanza arriva sempre puntuale: dover tornare a lavoro, a studiare, e comunque alla vita di sempre dopo essersela goduta per un paio di settimane non è facile. Ricordo quando una decina di anni fa, le vacanze duravano un mese, e poi sempre meno, ogni anno che passava, e ora siamo ridotti a farcene una o al massimo due. E poi mi dicono che si vive meglio, che si hanno più soldi. Ricordo i tg delle vacanze, sempre a parlare della vita da spiaggia, mentre ora è diventato un bollettino militare tra guerre, tsunami e chissà quale altra devastazione. Godiamoci 'ste vacanze va, che per il resto c'è poco da godere.
Ho sforato un pò!


Jericho


(
www.jericho.ilcannocchiale.it )
Zanzare

citronella e similari distribuiti in ogni angolo della casa (ormai sono immuni all'Autan!)

assumere Ledum palustre 3 granuli sotto la lingua 3 volte al giorno

(rimedio omeopatico) varia il ph e l'odore della pelle...le zanzare percepiscono l'aroma della canfora!

 

Sole

Fattore protezione alto, betacarotene via orale, doposole in quantità.

suggerisco Piz Buin

Dopo la doccia olio Johnson

 

Musica

Ultimo cd dei Keane, dei Muse e dei Red Hot Chili Peppers, ognuno a suo modo straordinario

 

Libri

il mio uscirà in autunno, nell'attesa è interessante La vampa di agosto di Camilleri (ultima avventura di Montalbano) una garanzia!

 

Cinema

Shopgirl (anche se non avete letto il libro) di e con Steve Martin, Claire Danes e Jason Schwartzman. Storia d'amore delicata.Interpreti azzeccati.

 

questo è quello che ho pensato

spero possa andare bene!

 

 

 




permalink | inviato da il 22/7/2006 alle 11:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


1 luglio 2006

Caffè Blog


Caffè blog vi chiede gentili ospiti :
Quale cd recente o possato vi ha particolarmente
colpito da volerlo sponsorizzare ?.
Grazie mille per le risposte.
Eccole qui tutte di fila.

 

Arius

( www.arius.ilcannocchiale.it )

 

Uno dei cd musicali che più mi ha colpito è un album un pò vecchiotto degli
Articolo 31, chiamato "Strade di città". Questo lavoro, che risale al 93, è
un insieme di pezzi molto duri, disillusi, sulla realtà di periferia e
sull'emarginazione di una classe di ragazzi che è stata infarcita di ideali
preconfezionati dai media e che si ritrova a spasso una volta uscita dal
mondo ovattato della famiglia.
I pezzi, benchè un pò grezzi(si tratta sempre di un primo album!) sono molto
orecchiabili e uniscono la denuncia sociale a una vena di autoironia che a
volte alleggerisce il tema delle canzoni.
Consigliato agli amanti dell'hip hop vecchio stile!

 

Irlanda

( www.irlanda.ilcannocchiale.it )

 

Come al solito temo di essere fuori tema, visto che l'album che
 ho scelto non é proprio recente, difatti é del 1979.
"London Calling" dei Clash é un disco straordinario e
non solo dal punto di vista prettamente musicale ma
anche per l'impegno politico, difatti canzoni come
"The Guns of Brixton" o "Spanish Bombs" hanno fatto
dei Clash uno dei massimi esponenti della musica politicizzata.
L'anno successivo uscì un'altra perla musicale
del medesimo gruppo: "Sandinista!"...
Inutile spiegare il nome del disco con la situazione nicaraguense.
La mia scelta quindi sono i Clash.
Un saluto a pugno chiuso!

 

Transit

( www.transit.splinder.com )

 

Un disco ECM ha, in sé, una garanzia di qualità che
 pochi altri possono vantare. " Neighbourood" di Manu Katchè
 (ECM 1896, 2005)
 è anche un disco che riporta alla semplicità di un "jazz suonato",
 libero da orpelli e sperimentazioni, come, forse,
troppe volte accade ultimamente in questo settore musicale.
Può apparire un po' scontato, ad alcuni, questa linearità
che si riallaccia alla tradizione del jazz anni '60.
Eppure il cd ne trae beneficio, diventando un momento
piacevolmente profondo, a cui danno un contributo esiziale
 ospiti di rango come Jan Garbarek, Tomasz Stanko,
Marcin Wasilewski e Slawomir Kurkiewicz.
Katchè, ai più noto per essere stato un collaboratore
 pressochè fisso di Peter Gabriel, si concede un drumming discreto,
 del tutto servizo della partitura, mai invadente.
Un gioco ad incastri realmente riuscito.

 

Dinodrillo

( www.dinodrillo.ilcannocchiale.it )

 

Artista: Fabrizio De Andrè
Album: Rimini

Il disco che mi torna in mente ogni volta che arriva
il grande caldo estivo è questo di De Andrè, forse uno
dei suoi lavori più sottovalutati e meno tenuti in
considerazione, e sicuramente il suo unico album
(assieme a "Creuza de ma") dal sapore estivo. Anche la
musica ha le sue stagioni, e la stragrande maggioranza
delle canzoni di Fabrizio sono strettamente autunnali,
malinconia rosso foglia, mentre la tristezza e la
nostalgia che percorrono questo "Rimini" sono calde
come il mare al tramonoto e secche come gli occhi di
Teresa che passa le giornate a guardarlo, ingannevoli
come le carte di Angiolina e perse come lo sguardo di
Andrea, illuse come l'avventura di Maddalena e
disilluse come Sally. Rimini potrebbe far pensare a
estati da teenager, Rimini piena di turisti disposti a
contendersi due metri quadri di sabbia su cui stendere
il loro asciugamano, ma la Rimini descritta in queste
dieci canzoni mostra il suo volto alternativo, triste,
soffocato, sognante e deluso. E sicuramente più
affascinante.

 

 

Aislinn

( www.aislinn.ilcannocchiale.it )

 

"Home" degli olandesi Gathering non va preso come un classico disco.
 "Home" è un viaggio in musica, e dovete accettarlo come tale:
abbandonatevi ad esso, seduti in poltrona; chiudete gli occhi,
e lasciatevi trasportare dalla splendida, dolce voce di Anneke.
Melodia: mai questa parola ha avuto un significato così ammaliante.
 Ricami vocali che disegnano arabeschi affascinanti, intimi, indimenticabili.
 Non è un disco semplice, "commerciale", come si suol dire;
 è un insieme da vivere a calme sorsate, per allontanarsi dal caos
e dalla meschinità, mai banale.
Trip rock, è stata la definizione data alla musica dei Gathering
 degli ultimi dischi (dopo gli episodi più gothic metal),
 e raramente definizione è stata più azzeccata.
Leggete i testi, lasciatevi guidare dalla musica,
 e fatelo vostro lentamente, ascolto dopo ascolto.
 Se cercate qualcosa di diverso, qualcosa che accompagni
 i vostri momenti di solitudine, potrebbe essere il disco che fa per voi.


 

Kiki

( www.kiki.ilcannocchiale.it )

 

Autore: Yiruma

Titolo: “Love Scene”

Genere: Yiruma è un New Age Piano Music Composer

Anno: 2001

Casa Discografica: Tin Pan Alley Records

Uèbb Sait*: http://www.yiruma.ye.ro/

 

Yiruma nacque a Seoul (Sud Corea) nel 1978 e cominciò a studiare il piano all’età di 5 anni, ossia nell’anno in cui nacque la Kiki! Non sto ad elencarvi tutti i suoi studi, che potete trovare tranquillamente su Wikipedia, ma vi confesserò, invece, che finora la mia conoscenza/apprezzamento musicale in termini di melodie “senza voce cantata” poteva ridursi ad alcune colonne sonore (le musiche di Ennio Morricone, “La Valse d’Amelie” di Yann Tiersen e “La Vita è bella” di Nicola Piovani): escludendo queste, e poche altre eccezioni, posso dire che la mia adolescenza ha camminato soprattutto sulle vie energiche del rock e dello ska.

Devo quindi ringraziare DongWha (e i sottofondi del suo blog!) per avermi permesso di conoscere queste splendide melodie: in un periodo di confusione, facili incazzature e stress a go go come quello che sto passando or ora è il migliore dei toccasana.

Senti la musica scivolarti addosso lentamente

e nella sua curvilinea corsa

portare via con sé tutte le cose negative.

Provi un senso di liberazione indescrivibile!

 

Ps: in questo album la mia preferita è “Wait There”!

 
 

Il Male

( www.ilmale.ilcannocchiale.it )

 

Alicia Keys Unplugged è il terzo album dell´artista americana.
Unplugged è l'album live tratto dal concerto che Alicia Keys
 ha registrato il 14 luglio scorso per Mtv al BAM (Brooklyn Academy of Music)
Harvey Theater di New York.
Oltre alla versione acustica di tutti i brani più famosi
del repertorio di Alicia,
sono presenti interessanti duetti.
 Nel corso della live session, ha presentato nuovissimi arrangiamenti
per alcune sue canzoni come
A woman´s worth e Heartburn e si è esibita in una scelta di cover.
 Nell'album sono presenti anche le due canzoni più note,
e forse più belle di Alicia Keys: Fallin' e You don´t know my name.
Nel complesso un album che aggiunge poco
alla brava cantante sul piano dei pezzi, ma non sul piano dello stile.
Ci troviamo di fronte ad una grande della black music: affronta de
i testi non suoi con una grinta ed una capacità di adattamento
al new soul sorprendente.
La cantante mulatta (è di orgini portoricana, italiana e giamaicana),
 dal vivo canta e s
uona il pianoforte con vivacità, senza mai stancare e rendendo i suoi
pezzi dei veri capolavori dell' r'n'b.

 

Giulia Salis

( www.giuliasalis.ilcannocchiale.it )

 

Blade Runner, di Vangelis.

 

Non mi ha colpito recentemente, perché l’ho scoperto
da un po’, ma l’ho riascoltato volentieri,
come accompagnamento alla pittura di tele ispirate al film
 (di cui è la colonna sonora).

Amo Vangelis, lo trovo rilassante e coinvolgente allo stesso tempo.
 A volte le sue musiche risultano un po’ “datate”
 (in certi suoni elettronici; beh, magari bisogna anche amare il genere),
ma ritengo che questo cd sia tra i suoi uno
dei più particolari per l’atmosfera che riesce a trasmettere, la stessa del film,
che all’ascolto sembra di rivedere, perché la musica mescola suoni
e rumori che rimandano immediatamente al futuro lontano,
 anche se non lo conosciamo.
 Per moltiplicare la sensazione visiva, alcune tracce ospitano dialoghi del film.
In realtà si percepisce un’atmosfera fuori dal tempo,
per questo la musica complessivamente appare ancora
attuale e per questo lo consiglio.
Segnalo le seguenti tracce: bellissime 4,8; famose 5,6,11.

 

Martin Rua

( www.martinrua.ilcannocchiale.it )

 

Dunque, vorrei parlarvi di un CD che mi ha fatto sognare un'intera estate e oltre.
Si tratta di "Sing Salvadore Poe" di Lisa Ekdahl (2000).
L'ho ascoltato per la prima volta in un ristorante giapponese qui a Napoli.
La voce della Ekdahl è così leggera,
come una fontana fresca in un caldo giorno d'estate;
e la sua musica, in questo album, è perfetta per accompagnre
 serate soft o viaggi in totale relax. Le canzoni dell'album sono
ballate allegre e sorridenti o dolci e romantiche.
Niente di troppo impegnativo, ma...fa tanto bene al cuore!
Il suo sito ufficiale:
http://www.lisaekdahl.com/
Ciao.
Martin

 

Rose Noire Antique

( www.rosenoireantique.ilcannocchiale.it )

 

Uno dei Cd che più amo è Falling In Love Again canta Marlene Dietrich
 (2000, Prism Leisure Corp, England - La mia canzone preferita: You go to my head).
 La compilation raduna le canzoni interpretate da
 Marlene nel corso della sua carriera cinematografica.
La sua voce ammaliante e sensuale evoca i fumosi locali degli anni ’40,
 il lascivo desiderio di carnalità di un mondo ormai agonizzate che poi
dimenticherà di presenziare al proprio funerale, la felicità incompleta di un night club,
l'ormai perduta spensieratezza: una sigaretta spenta fra le dita, un calice di champagne bevuto troppo in fretta.


Sciamano

( www.sciamano.ilcannocchiale.it )

 

Pink Floyd – Wish You Were Here

 

Anche se dischi come “The Dark Side of the Moon” e “The Wall”
restano dei capolavori indiscussi nell’immaginario collettivo,

è con questo album che il più grande gruppo rock degli anni
settanta ed ottanta raggiunge l’apice.

Un capolavoro nei testi, nella scelta delle sonorità,
in pezzi indimenticabili come “Shine on you crazy diamond”

o la title track “Wish You Were Here”.
 
Ma anche l’impegnata e profetica “Welcome to the machine”.

Un CD da avere per chiunque ami la musica e voglia custodire
in casa un pezzo della storia del rock.

Nota : Il disco è implicitamente dedicato a Syd Barret,
 fondatore dei Pink Floyd ed uscito dal gruppo dopo
il secondo album per

problemi di tossicodipendenza e disturbi psichici.

 

Sofia
( www.sophya8.ilcannocchiale.it )
 

Ofra Haza, Yemenite songs, 1986

 

Disco che raccoglie il meglio del repertorio mistico e poetico
del cabalista Rabbi Shabazi, il misticismo yemenita del XVII secolo.
 La voce splendida  da mezzosoprano di Ofra ci porta
 in un’atmosfera mistica, orientale e magica, attraverso vocalizzi meravigliosi.
La mescolanza fra archi, fiati, basso elettrico e batteria
 dà alla musica di Yemenite songs un ritmo incalzante, danzabile
(riportandoci alla mente anche le danzatrici del ventre)
e affascinante, assolutamente senza tempo.

Ofra è morta di AIDS nel 2000, era la voce pop più nota di Israele
 (ben prima di Noa), capace di fare successo nello scenario occidentale
senza rinunciare alle sue origini musicali, portando la tradizione yemenita
 fra gli europei e gli americani.
Con le sue canzoni Ofra ha cercato di esprimere ciò
che è nella sua cultura, sostenuta dai rabbini,
 i quali riconoscevano nella sua arte uno strumento sia
 del suo spirito che della comunità yemenita.

 




permalink | inviato da il 1/7/2006 alle 11:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa


20 giugno 2006

Caffè Blog : consigli letterari


Caffè blog vi chiede cari ospiti :
Quale libro ti ha colpito e di conseguenza consiglieresti alle altre persone ? .
Vi ricordo che fra 3 giorni vi sarà la prossima domanda.
Per eventuali chiarimenti sono a vostra disposizione.
Per partecipare trovate il Link alla vostra destra .
Ma ora le vostre risposte , buona lettura !! .

Il Male

( www.ilmale.ilcannocchiale.it)

 

Titolo: Baby Vogue
Autore: Sarah Felberbaum
Anno: 2004
Prezzo: 11 €
Casa Editrice: Marsilio

Un ragazzo e una ragazza, si incontrano ed insieme vivono una storia.
 Non una storia d'amore, ma una lotta contro la noia per lei, per cercare un obiettivo nella vita per lui.
La storia di due vite che non possono evitare di toccarsi.
 Lei vuole giocare con il suo corpo e con la sua anima, come fa d'abitudine anche con altri uomini.
 Lui cerca quella parte di se, che non ha mai trovato in nessun'altra persona.
Tutto questo e nessuno a cui raccontarlo se non a loro stessi.
 Così due vite nascono, crescono, si intrecciano e poi si dissolvono.
 Un romanzo che si legge in fretta, senza ricordarsi tutte le citazione disseminate.
Una storia che mette in luce le peggiori morbosità di una semplice ragazza,
 che rende deboli tutti quelli che le stanno intorno.

leonardo

 

 

Arius

( www.arius.ilcannocchiale.it )

 

Il libro che consiglierei ad un amico è "DUNE" di Frank Herbert(504
pagine).Il protagonista, Paul Atreides, è figlio del duca di Dune, pianeta
desertico unica fonte del Melange, la spezia che permette di sviluppare la
mente umana fino ad avere poteri paranormali.La famiglia di Paul, invidiata
per la propria potenza, cade vittima di un attacco a tradimento dei loro
nemici, e viene sterminata. Tuttavia egli riesce a fuggire nel deserto dove
viene accolto da una tribù di locali (i Fremen). Qui Paul, lentamente,
comprende di essere il Messia che il popolo del deserto attendeva, e li
libera dalla schiavitù. Ciò che rende il romanzo speciale è lo stile di
scrittura poetico di Herbert, il quale riesce a creare un universo vivo e
incredibilmente reale. Buona lettura!Arius

 

CarloP

( www.carlop.ilcannocchiale.it )

 

Il libro è "Il Sogno Europeo" di Jeremy Rifkin, casa editrice Mondadori, pp. 456. 
L'economista americano, seguendo il suo stile, prova ad immaginare un futuro
un pò diverso, verosimile però,
 e lo formalizza supportando la sua visione con dati storici, economici, politici e sociali.
Spiega come la filosofia di inclusività, sviluppo sostenibile, domanda di pace, etc., 
sta attecchendo nel continente europeo,
molto più che in quello americano.
Attraverso un analisi storica confronta lo sviluppo di Europa e Stati Uniti,
 spiegando come sia ormai esaurita la spinta del Sogno americano
 e come ormai la concezione di vita isolazionista, estremamente
selettiva e non sistemica preponderante in america debba essere superata,
 a favore di un "sogno europeo" concepito
con i valori di cui sopra a cui sembrano adattarsi meglio gli europei.
 Ma a cui vanno ancora ben indirizzati.

 

Sapere Aude

( www.sapereaude.ilcannocchiale.it )

 

Un solo libro è impresa ardua. Consiglio questo: Charles Bukowski;
Taccuino di un vecchio sporcaccione;
ed. Guanda, 6 euro, 142 pagine.

<<...Poi, un giorno, dopo le corse dei cavalli, mi misi a sedere e scrissi il titolo,
 TACCUINO DI UN VECCHIO SPORCACCIONE,
aprii una birra, e il pezzo venne giù da solo.
 Non era mica un pezzo con la tensione o l'attento lavoro
di cesello necessari per scrivere qualcosa per l'Atlantic Monthly.
Non era nemmeno necessario aprire i rubinetti di un giornalismo piatto e insulso.
 Non c'erano pressioni di nessun tipo.
Bastava semplicemente mettersi a sedere vicino alla finestra, alzare la lattina
di birra e lasciare che il pezzo venisse fuori da solo.
Tutto quel che voleva arrivare, arrivava.>>

 

Kiki

(www.kiki.ilcannocchiale.it )

 

Autore: Gabriel García Márquez

Titolo: “Memoria delle mie puttane tristi”

Genere: Romanzo

Edito da: Mondadori, Milano 2005

Prezzo: 14 €uri (alla coop è al 15% in meno!)

 

L’anno dei miei novant’anni decisi di regalarmi una notte d’amore folle con un’adolescente vergine”.
 Questo romanzo comincia con una frase per me bizzarra quanto inaspettata: la prima reazione potrebbe essere
quella di buttarlo via immediatamente e tornare in libreria a cercare qualcosa di meglio.

Improvvisamente, però, grazie alla mia testardaggine vengo catapultata in un ambiente diverso da quello in cui vivo,
in una generazione che non mi appartiene e non mi apparterrà mai, in un modo di pensare, osservare e rispettare le cose
 e i fatti che ci circondano che non posso sottovalutare.
Zitta zitta mi inoltro in pagine che si fanno, a poco a poco, sempre più mie e che non mi lasciano più andare.

Lo consiglio a tutti coloro che amano l’odore della carta, che immaginano vecchie pagine giallognole accartocciarsi
 tra le fiamme di un camino, che sentono “in gola il nodo gordiano di tutti gli amori che avrebbero potuto essere e non erano stati”.

 

Sophya 8

( www.sophya8.ilcannocchiale.it )

 

Friedrich Durrenmatt, Greco cerca greca, Einaudi, 145 pagine.

 

È una commedia molto interessante, a tratti divertente e drammatica al tempo stesso.
Dimostra come gli ideali in cui si crede possano crollare improvvisamente,
come le persone che riteniamo da esempio morale per la società (politici, ecclesiastici, artisti ecc) possano
rivelarsi talvolta dei modelli creati a tavolino, per ragioni politiche o di “etichetta”, dimostrandosi così falsi e molto deludenti.
 È ciò che accade al greco Archilocos, dopo aver messo un annuncio su un giornale per cercare moglie, “Greco cerca greca”.
L’incontro con la bellissima Cloe sconvolgerà la sua vita, rendendolo tutto d’un tratto famoso
e stimato da tutti gli uomini più potenti del suo paese.

Una storia sempre attuale che può invitare tutti a riflettere su ciò che riteniamo sia giusto,
sui personaggi che stimiamo e potrebbero non essere esattamente ciò che crediamo.
Al di là di tutto questo, la commedia è decisamente intrigante!

Sofia

 

Giulia Salis

( www.giuliasalis.ilcannocchiale.it )

 

“Nati sotto Saturno – la figura dell'artista dall'Antichità alla Rivoluzione francese”, Rudolf e Margot Wittkower, ed. Einaudi, 372 pagine.

 

Rimango nel mio campo, quello artistico, per proporre un libro in cui gli autori si propongono di capire l'origine della generale
 convinzione che gli artisti siano strani, o almeno abbiano il temperamento saturnino.
 Saturno è considerato il pianeta dei malinconici e, secondo i filosofi del Rinascimento,
 gli artisti del tempo ne mostravano i segni: contemplativi, assorti, cogitabondi, solitari e creatori.
Il testo dunque ripercorre gran parte della storia artistica raccontando (spesso con bellissime citazioni)
 numerosi aneddoti riguardanti le abitudini, il carattere o gli eventi più particolari della vita di diverse
 “personalità dell'arte”, indagando il punto di vista dei contemporanei,
 perché tutto dipende dal contesto (storico, sociale e filosofico), in cui le dicerie sono un misto di congetture e realtà.

Questo saggio mi incuriosì subito per la sua particolarità, per la quale credo che risulti interessante non solo per gli “esperti”,
 ma anche per chi è semplicemente incuriosito da questo ambiente, dalla sua storia, dall'enigma delle menti geniali e
vuole assaporare la vera passione artistica quotidiana.

 

Aislinn

( www.aislinn.ilcannocchiale.it )

 

„ Quell’incredibile inverno del ’75 “ , di Joseph O’Connor , Einaudi , 79 pagine

E' una storia pacata, un lungo discorso semplice e malinconico come solo i ricordi sanno essere.
E' una storia irlandese: non l'Irlanda delle fate e dei foletti, ma quella del mare, della gente semplice,
delle persone devote, della voglia di scoprire il mondo al di là della piccola isola.
E' la storia di una famiglia spezzata dalla crisi, che tuttavia recupera nel rapporto
figli - padre il calore e la presenza necessaria; ed è la storia di come quei figli
e quel padre si imbattano in una vecchietta stramba con la casa piena di bottiglie d'acqua benedetta.
E' un racconto breve, un'ottantina di pagine che si leggono in un giorno; pagine, però,
che lasciano un diffuso senso di malinconia, il sapore della quotidianità, dove non vi sono
 eccitanti avventure e grandi eroi, ma solo persone semplici - vere, reali, che lottano per un affetto,
per qualcosa che è davvero importante .

 

Glun

( www.glun.ilcannocchiale.it )

 

Gerald Durrell
La mia famiglia e altri animali

ed. Adelphi, 352 pagine

 

Il protagonista bambino intende regalarci un romanzo naturalista ma per sua stessa ammissione

"ho commesso il grave errore di infilare la mia famiglia nel primo capitolo del libro.
Non appena si sono trovati sulla pagina non ne hanno più voluto sapere di levarsi di torno,
e hanno persino invitato i vari amici a dividere i capitoli con loro";
nasce cosi un libro corale in cui i paesaggi, gli eventi atmosferici
e gli animali intrecciano le loro ampie e bellissime descrizioni con i caratteri dei personaggi …
Il risultato è stupefacente…scorrevole e poetico ma la tempo stesso diretto ed esplicativo.

Tra le righe impareremo di insetti, piante e tradizioni locali dell’isola di Corfù in Grecia
ma anche di relazioni familiari a volte tenere a volte nevrotiche.

Un libro adatto a tutti, da leggere su un amaca nelle sere d’estate
 o sotto un porticato ventilato di ritorno dalla spiaggia

Sgombra la testa, fa sorridere e ci testimonia la professionalità
ed il talento del suo autore zoologo e scrittore scomparso da poco.


Sciamano

( www.sciamano.ilcannocchiale.it )

 

Tractatus Satanicus - La storia del diavolo raccontata da lui stesso
di Andreas Schlieper

Ed.
Newton & Compton, 407 pagg.

E se il diavolo volesse pubblicare la propria autobiografia e costringesse
un ingoto traduttore ad editarla e pubblicarla?
E' questo l'espediente per il romanzo di Andreas Shlieper, 407 pagine dove
Esoterismo, Cabala, Filosofia e Storia si intrecciano meravigliosamente.
Un saggio, più che un romanzo, ironico, divertente, mai blasfemo, che
permette al lettore di affrontare varie tematiche in campo etico, morale ed
esoterico, e crea numerosi dubbi ed interrogativi durante la lettura. La
parte centrale è forse noiosa a tratti, ma è un libro che consiglio
caldamente a chi ha voglia di leggere qualcosa di originale ed ironico, che
tuttavia lasci una traccia.

 

Martin Rua

( www.martinrua.ilcannocchiale.it )

 

LA CHIAVE DI HIRAM

(titolo originale: The Hiram Key)

di Christopher Knight e Robert Lomas

Casa editrice Arnoldo Mondadori editore, Milano 1997, pp 408.

 

Perché l’ho scelto.

Il libro cerca di scoprire le origini della Massoneria, in particolare del Terzo Grado Magistrale.
I due autori, massoni inglesi, intraprendono un viaggio attraverso
 i secoli alla ricerca di riscontri storici alla leggenda massonica del Maestro Hiram Abiff.
 Quest’ultimo viene citato appunto nella cerimonia d’iniziazione
 al Terzo Grado e rappresenta il personaggio centrale di quella che potremmo definire la “mitologia” massonica.

Attraverso uno studio comparato delle fonti, un riscontro in monumenti e racconti folkloristici,
 i due autori ritrovano nell’antico Egitto l’origine della leggenda hiramitica.

Si tratta di un libro scritto con passione e senso della suspence,
 ma manca pesantemente di quel rigore scientifico che dovrebbe avere un saggio di storia.
Tuttavia per me è stato importante perché mi ha letteralmente aperto le porte del Tempio Massonico.

 

Irlanda

( www.irlanda.ilcannocchiale.it )

 

Jonathan Coe "La casa del sonno", Feltrinelli editore,305 pagine

Difficili spiegare con poche parole cosa si prova a leggere questo libro:
Coe riesce sempre a sorprendere,nulla é scontato e questo cattura l'attenzione del lttore fino al termine.
Le descrizioni di persone ed ambienti sono gestite con grande sensibilità e raffinatezza,
i protagonisti diventano parte del lettore ed é come se si riuscisse a sentire le emozioni più profonde che si celano al loro interno.
Come ogni suo libro:magico e commovente
(scusa ho scritto con fretta,correggi pure eventuali errori)
Un abbraccio
R

 

Gentecattiva

( www.gentecattiva.ilcannocchiale.it )

 

Erica Jong
"Paura di Volare"
Tascabili Bompiani
Pag. N° 429

Il libro che ogni donna dovrebbe leggere, non perchè richiama
 ad un orgoglio femminista o inneggia alla superiorità femminile,
 ma perchè è un racconto in cui è una donna a parlare di donne.
 Un racconto in cui ci si ritrova a leggere pensieri, sogni, ambizioni,
 fragilità e forze che infondo ci
appartengono. Il testo è scorrevole, la trama, seppure non molto ricca,
ben distribuita sulle oltre 400 pagine.
 Un testo ricco di riferimenti e spunti letterari, squarci di un ormai passato 1970.
La protagonista è Isadora, una donna bella ed appassionata, una scrittrice,
con una tremenda paura di sé stessa.
 Isadora incarna quelli che sono i grandi temi del racconto
 e dell'epoca, moglie di uno psicanalista, femminista americana che non
riesce ne a convivere ne ha liberarsi delle convenzioni del matrimonio.
 Sarà l'avventura passionale e dolorosa con Adrian, che fornirà l'occasione
 ad Isadora per guardarsi dentro e, scavando, scoprire le sue risorse e la sua forza.
 La scrittrice descrive con abilità sia i sentimenti, spesso contrastanti, della protagonista;
che gli slanci passionali ed impulsivi dei personaggi, di cui il libro è carico.
Sicuramente il libro più avvincente ed emozionante che ho letto nell'ultimo anno.

 

Vecuvia

( www.vecuvia.ilcannocchiale.it )

 

Amos Oz, “Una storia di amore e di tenebra”, 628 pp., Feltrinelli
 
Ci sono libri come questo che ti spaccano il cuore,
portandoti in luoghi mentali inauditi.
Amos Oz è così, è come se per scrivere questo libro si fosse tagliato le vene,
attingendo direttamente dal suo sangue.
Amore e tenebra per descrivere 120 anni di storia familiare.
E di amore ce n’è molto, lungo tutte queste pagine.
Amore per la madre che entrerà nell’ombra,
amore per una terra che cambia così velocemente
e che fa gridare di gioia ma anche di disperazione.
Basta un cecchino, in un cortile.
E c’è tenebra, annidata ovunque,
nel confronto con una famiglia scolpita in una biblioteca, con la voglia di essere altro,
sudore e lavoro nei campi e forza fisica da esibire in un kibbutz.
Ci sono libri che ti fanno sentire incredibilmente piccolo.

 

Rose Noir Antique

( www.rosenoireantique.ilcannocchiale.it )

 

"Controcorrente - A Rebours di J.K. Huysmans, (1884, Gruppo Editoriale l’Espresso, 2003, pag.299) 
romanzo-manuale dell’estetismo e del decadentismo francese.
Il protagonista Jean Des Essentes, ultimo discendente di una nobile famiglia,
 decide di ritirarsi dal mondo in una raffinata clausura,
 luogo dove la Natura è negata e sostituita dall’AntiNatura.
Il solo abbandono estatico che si concede è quello dell’Arte, oscura e macabra, che adorna la sua casa.
 Fino a quando l’Eden da lui creato, non si trasforma in un mortifero inferno.
 La scelta che allora gli si impone è se morire con esso, o fuggire e ritornare alla realtà.
E lui decide di ritornare in quel mondo che aveva rigettato.
Il protagonista del romanzo si dimostra così impegnato a creare una realtà esteriore da
dimenticare di domandarsi se quella fosse veramente proiezione della sua realtà interiore:
 ciò che vorremmo essere non dovrebbe mai essere diverso da ciò che siamo o non ci resterà altro che la fuga."

 

 

Grazie mille a tutti per la paretcipazione , fra 3 giorni il nuovo tema


Salutoni a tutti
Alessio




permalink | inviato da il 20/6/2006 alle 9:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa


19 giugno 2006

Caffè Blog


- 1 alla prima pubblicazione di Caffè Blog .

Siete ancora in tempo , domani pubblico il tutto .

Affrettatevi !!! .


Salutoni

Alessio






permalink | inviato da il 19/6/2006 alle 9:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


12 giugno 2006

Caffè Blog


Carissimi Bloggers ,
si inizia .
Le email sono state inviate,
spero con successo.
Il tema scelto è di facile
sviluppo .
Dieci righe su un libro che
vi ha colpito
e che consigliereste
.
Un breve scritto ma significativo .
Nel testo dovranno comparire
il titolo ovviamente dell'opera ,
l'autore , la casa editrice ed
il numero di pagine .

Passata una settimana pubblicherò
il tutto .
Per informazioni sono sempre
a vostra disposizione .

Chi volesse aggiungersi
all'iniziativa deve solo
farmelo sapere .

Buon Lavoro ,
nel frattempo anche
io mi metto sotto .:-)


Salutonia a tutti
Alessio




permalink | inviato da il 12/6/2006 alle 9:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa


2 giugno 2006

Caffè Blog



Il sale delll'esperienza blog è la comunicazione , il cercarsi e lo scambiarsi dei pareri quanto più attinenti ad un determinato argomento .

Però voglio di più , esigo da me stesso di più , perchè non solo si può sempre migliorare ma soprattutto lo si può fare insieme .

Ed allora ho creato Caffè Blog , una nuova rubrica che lascerà spazio a voi , con i vostri pareri , i vostri scritti e le vostre impressioni .

Lavori di gruppo e singoli , collaborazioni e scambi di idee , tutto quello che serve per migliorare la comunicazione .

I passaggi dell'operazione sono semplicissimi .

- Si propone un tema , deciso dal sottoscritto oppure suggerito da voi tramite la mia casella di posta elettronica ( guardare su " scrivimi " ) .

- Dieci righe o poco più ( non sono così fiscale !! ) che voi mi manderete su documento word al mio indirizzo di posta elettronica .

- L'argomento della discussione vi sarà inviato per posta , io nei miei post comunque lo scriverò per ricordarlo .

- Aspetterò una settimana esatta poi pubblicherò le risposte .

- Ci saranno anche lavori singoli che potrete anche proporre voi ovviamente previa indicazione al sottoscritto .

- Possono partecipare tutti , di qualsiasi piattafforma , questo è un luogo di discussione spero formativo ma non palloso !! :-) .


Qualcuno ha già ricevuto la mia email , ma comunque aspetto in linea di massima che siate voi a proporvi .
Io nel frattempo vi vengo anche a cercare ( sembra una minaccia :-)  ) .


Aspetto vostre segnalazioni , io inizierò ad inviare le domande o le richieste il 12 giugno , chi vorrà aggiungersi in corsa ovviamente è ben accetto .
Basta che me lo fate sapere .

Per chiarimenti sono sempre a vostra disposizione .


Salutoni a tutti
Alessio


Sotto l'articolo de " La settimana artistica " su Paul Klee




permalink | inviato da il 2/6/2006 alle 11:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (46) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
arte
letteratura , filosofia ed esoterismo
Cinema , musica e richiami storici
Riflessioni,pensieri sparsi, mondo
Caffè Blog

VAI A VEDERE

SITI E VARIE

Magnum Photos
Greenpeace
CAFFè BLOG ( regolamento )
Miti 3000
Voyager
Liberaimago
Filosofico.net
Amnesty international
Amref
Corto Maltese
Le pipe
Sigari on line
Corte degli scontenti
Splinder
Il Grido
LAV
Legambiente
Reporter associati

BLOG DEL CANNOCCHIALE ED ALTRE PIATTAFORME
Arius
Rimesparse
Shockandawe
Walter
Bazarov
Sabbath
Delfi
Babilonia
Raccoon
eCarta
Sbloggata
Lucrezio
Sapereaude
Briciole di luna
Currenti Calamo
Le mani sul cuore
resta la distanza
Pino Scaccia , il giornalista
Cine Bloggers
Kiko
Bugnols
Ombrosapoetessa

CASE EDITRICI E LIBRERIE
Leone Verde
Marsilio
Guanda
Giunti
Feltrinelli
Einuadi
Adelphi
Arethusa
Diabasis
Keltia edizioni
Giovanni Tranchida Editore
Donzelli editore

QUOTIDIANI
La Repubblica
Corriere
Il Riformista
La Stampa

ALTRI BLOG DEL CANNOCCHIALE E DI ALTRE PIATTAFORME
Pensatoio
Carlop
Accade
Blo Godot
Lacrimanera
Irlanda
Due Calzini
Il Blog di Barbara
Aislinn
Rose Noire Antique
Vecuvia
Harry
Martin Rua
Spettatore
Vetro

EXTRA ED INIZIATIVE
Lucrezio intervista Valhalla
Il mio post numero 100
Il mio primo anno da bloggers
Valhalla intervista Lucrezio
Arius intervista Valhalla
Il mio secondo post su Libero
Il mio articolo su Libero

BLOGS INTERNAZIONALI
Morena escribe ( Perù )
Sandritaparra ( Colombia )
Ranr ( Indonesia )
Carmenaguado ( Spagna )
Das Mystische ( Spagna )
maelocinema ( Spagna )
Zona Libre ( Spagna )
Franjotasaavedra ( Spagna )
Irish Blogs ( Irlanda )
Irish art ( Irlanda )
Pinocchio ( Svizzera )
Blogs svizzeri ( Svizzera )
Blogs australiani ( Australia )
Blogs arabi ( Mondo Arabo )
Blogs arabi ( Mondo Arabo )
Lonehighlander ( Libia )
Palestine Blogs ( Palestina )
Poetry For Palestine ( Palestina )
Natasha Tynes ( Giordania )
Alcuni Blogs marocchini ( Marocco )
Cocktail ( Siria )
Vivre in Syrie ( Siria )

GLI EORI DELLA SETTIMANA ARTISTICA
Nefeli
Serafico
Mangino Brioches


CERCA