.
Annunci online

Valhalla
Caffè illuminista


Diario


23 settembre 2005

Valhalla intervista Lucrezio


Oggi vi propongo un interessante intervista che mi ha concesso gentilmente il blog di Lucrezio .
Questo piccolo spazio su internet per me è stata una vera sorpresa , in quanto Lucrezio scrive in modo unico , ha pensieri che invidio e infonde tramite le sue parole una saggezza derivata dalla vita vissuta .
Una vera è propria filosofia insomma .
Vi invito a visitare il suo blog  www.lucrezio.ilcannocchiale.it , non ve ne pentirete .
Bando alle ciance , ecco a voi l'intervista .
Buona lettura .



1) Come tu ben sai le prime domande sono obbligate .

 Perché hai deciso di aprire un blog ? .

Perché una sera d’ inverno  ho rivisto gli occhi di una ragazza che non vedevo da anni, e quell’ emozione volevo fissarla in qualche modo.

Cioè, questo è quello che poi è successo ( vai a vedere il mio primo post ); in realtà avevo da qualche tempo l’ idea di creare un piccolo spazio, ad uso dei miei amici ma soprattutto di me stesso, nel quale scrivere di tutto quello che mi andava.

 

2) La domanda che un po’ tutti gli “ abitanti “ del Cannocchiale si chiedono : perché hai deciso di chiamare il tuo blog Lucrezio ? .

Lucrezio è il poeta latino epicureo  autore del De rerum natura.

Credo che l’ epicureismo sia una filosofia assolutamente fraintesa dai più mentre, a mio avviso, rappresenta uno dei contributi più importanti della civiltà greca al mondo occidentale.

E’ una filosofia, inoltre, che ha molti punti di contatto con le filosofie orientali, ad esempio il tantrismo.

L’ opera di Lucrezio rappresenta una continua celebrazione del corpo-.mente umano, delle sue infinite potenzialità e pone in risalto quella che, a mio avviso, dovrebbe essere la caratteristica prima di un laico: provare stupore di fronte all’ aldiquà piuttosto che di fronte all’ aldilà.

Ecco il perché del nome Lucrezio.

 

3) Girando e scoprendo cose nuove sul tuo blog , ho notato in svariate occasioni dei riferimenti scritti ad un personaggio che più volte tu definisci importante per la tua vita , Luigi Lombardi Vallauri .

Ci puoi dire chi è e in che modo ha influito sulla tua vita attuale ? .

Luigi Lombardi Vallauri è il docente di filosofia del diritto con il quale mi sono laureato.

Posso dire che molto spesso, durante l’ università, mi è capitato di pormi la domanda di Chatwin “ Che ci faccio qui?”, domanda che nel mio caso diventava “ Ma che c…. ci faccio qui??! “.

Ebbene, il corso del prof Vallauri è stato sicuramente il motivo fondamentale per il quale ho deciso di rimanere a giurisprudenza.

Nelle sue lezioni il diritto non era la materia arida e noiosetta che emergeva dai libri o dalle parole di altri insegnanti, ma diventava qualche cosa di vivo ed estremamente interessante.

Ma il mio prof.  è anche un profondo conoscitore delle filosofie orientali,ed è lui che ha ideato la teoria, nonché la pratica, della mistica laica.

 

4 Vi è nel tuo piccolo spazio su internet una rubrica che ha colpito molte persone , la sezione si chiama mistica laica .

Ci puoi spiegare di che cosa tratta ? .

La sezione di cui parli è il frutto dell’ insegnamento del prof. Vallauri, con il quale sono tuttora in contatto e che proprio pochi mesi fa ho invitato nella mia città perché tenesse una conferenza.

La mistica laica è semplicemente l’ insieme di esperienze mistiche che tutti noi esseri umani facciamo quando ci emozioniamo, quando realizziamo la non banalità e lo splendore della realtà che ci circonda e che noi stessi rappresentiamo.

Quando decidiamo di non darla vinta all’ abitudine ed ad una banalità che ci autoinfliggiamo.

E’ una possibilità di poeticizzazione delle nostre vite quotidiane, un tentativo di non dare mai per scontato nulla, di non passare mai uno sguardo annoiato e stanco sulla realtà.

E’ una mistica fatta di esperienze, che non richiede alcuna credenza religiosa.

Gli insegnamenti orientali, certo, ne sono alla base, soprattutto in quanto tecniche di meditazione, ma non vi è traccia di dogma o di rivelazioni.

Sono tutti insegnamenti che si provano su di sé, non c’ è un manuale delle giovani marmotte…ci si prova, io ci riesco ogni tanto, ma quegli ogni tanto sono semplicemente meravigliosi.

 

5 Ecco una di quelle classiche domande istintive, siccome nel tuo blog la bellezza è molto presente e ampiamente citata in vari post ,  mi è venuta la curiosità di domandarti se tu , nel tuo piccolo ti definiresti un esteta .

Ai tempi degli ultimi anni del liceo e all’ inizio dell’ università mi definivo un esteta, si.

Avevo scoperto Oscar Wilde e “ Il piacere” di D’ Annunzio, andavo in giro con una giacca nera e una camicia bianca con i pizzi ( beh questo l’ ho fatto solo per un anno, al liceo, poi mi sono limitato alle giacche ), e me ne stavo a sognare di un mondo in cui l’ Arte e la Bellezza fossero i valori supremi.

Ero piuttosto confuso, ma alla base di questi atteggiamenti c’ era un disagio (che mi riconosco ancora, per fortuna) nei confronti della massificazione.

Era la mediocrità delle scelte che mi disgustava, il desiderio morboso di tanti miei compagni di essere pecore, il culto della “ normalità”.

Sono cose che hanno provato e che provano in molti.

Ero assai rigido, a dire la verità, davo giudizi spietati e irreversibili.

Con il tempo ho imparato che la realtà è sempre più complessa dell’ idea che uno se ne può fare e, pur rimanendo selettivo, sono molto più flessibile.

Oggi non mi definisco un esteta, anche se continuo a pensare che le sensazioni, le emozioni, siano fondamentali nella nostra vita quotidiana, anzi ne costituiscano proprio il “sale”. 

 

6 Mentre vagavo , e lo faccio spesso , fra le pagine del tuo blog , ho notato che fai riferimento più volte ad osterie , luoghi particolari e ricordi simpatici del tuo vissuto .

Quanto conta la vita che ti circonda e in che modo influisce nei tuoi post ? .

Direi che ne costituisce il nutrimento primario.

 

7 L’Oriente gioca un ruolo importante nel tuo blog .

Ci puoi spiegare in che modo riesce ad affascinarti ? .

Io non credo allo stereotipo dell’ oriente magico e misterioso, anche perché non credo alle esemplificazioni.

L’ oriente è ricchezza e complessità, così come lo è l’occidente.

Direi però che l’ impostazione generale del pensiero orientale è laicità pura: incontro diretto con la realtà che ci sta attorno e che ci sta dentro  e proposte di gestione di questi incontri con la realtà.

Niente di più laico di questo, insomma, laico nel senso di indipendente da dogmi o religioni confessionali.

In particolare penso che filosofie come il tantrismo, lo zen, il taoismo, offrano all’ uomo occidentale la possibilità di acquisire delle tecniche pratiche che possono diventare un vero e proprio trampolino di lancio per le esperienze di mistica laica.

Sono poi  convinto che moltissimo di quello che si trova nel pensiero, meglio nei pensieri, dell’ oriente sia alla base anche della civiltà occidentale, in particolare del mondo greco-latino.

Diciamo che l’ oriente ha messo a punto delle filosofie che non sono rimaste soltanto teoria, ma che si sono tradotte in pratica.

 

8 Parlando di letteratura , quali sono i tuoi autori preferiti ? .

Ne scopro continuamente di nuovi ( anche se magari molto vecchi ).

In generale, però, posso dirti che amo molto la letteratura mitteleuropea, in particolare Arthur Schnitzler, Elias Canetti, Robert Musil.

Per restare sul versante italiano della mitteleuropa vorrei citare due scrittori come Carlo Sgorlon e Mauro Corona.

Poi un sacco di letteratura americana: Hemingway, Fitzgerald, John Fante.

Potrei andare avanti a lungo, forse troppo, quindi basta così!

 

9 E per quanto riguarda la musica , che mi dici ? .

Come per la letteratura, sono tante le vite che hanno contato nella mia.

Per primo nominerei senz’ altro Fabrizio De Andrè, e poi via con De Gregori, Guccini, Vasco Rossi, Enrico Ruggeri, Max Gazzè, Renato Zero.

Tra gli stranieri Leonard Cohen e Nick Cave.

Mi piace molto la musica folk, ho una passione per Davide Van De Sfroos e per gruppi meno conosciuti come i Luf o i Lou Dalfin.

10 Ti faccio un ultima domanda e poi ti lascio andare .

Secondo te , alla luce dei fatti che accadono ogni giorno , quali sono le prospettive future per il genere umano e quali scenari secondo te dovremmo aspettarci per il futuro ? .

Non lo so.

Per me è importante vedere che ci sono un sacco di persone in gamba in giro, e ne faccio esperienza quotidiana.

Io non sono un politico, non saprei proprio darti una risposta.

Ogni tanto, nel blog, butto lì qualche idea: il recupero del senso della bellezza, il dialogo tra le culture diverse, la possibilità di pensare ad una spiritualità laica e non confessionale.

Ma non saprei certo mettermi a scrivere un programma politico, e nemmeno mi interessa.




Saluti a tutti
Alessio




permalink | inviato da il 23/9/2005 alle 11:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia     agosto        ottobre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
arte
letteratura , filosofia ed esoterismo
Cinema , musica e richiami storici
Riflessioni,pensieri sparsi, mondo
Caffè Blog

VAI A VEDERE

SITI E VARIE

Magnum Photos
Greenpeace
CAFFè BLOG ( regolamento )
Miti 3000
Voyager
Liberaimago
Filosofico.net
Amnesty international
Amref
Corto Maltese
Le pipe
Sigari on line
Corte degli scontenti
Splinder
Il Grido
LAV
Legambiente
Reporter associati

BLOG DEL CANNOCCHIALE ED ALTRE PIATTAFORME
Arius
Rimesparse
Shockandawe
Walter
Bazarov
Sabbath
Delfi
Babilonia
Raccoon
eCarta
Sbloggata
Lucrezio
Sapereaude
Briciole di luna
Currenti Calamo
Le mani sul cuore
resta la distanza
Pino Scaccia , il giornalista
Cine Bloggers
Kiko
Bugnols
Ombrosapoetessa

CASE EDITRICI E LIBRERIE
Leone Verde
Marsilio
Guanda
Giunti
Feltrinelli
Einuadi
Adelphi
Arethusa
Diabasis
Keltia edizioni
Giovanni Tranchida Editore
Donzelli editore

QUOTIDIANI
La Repubblica
Corriere
Il Riformista
La Stampa

ALTRI BLOG DEL CANNOCCHIALE E DI ALTRE PIATTAFORME
Pensatoio
Carlop
Accade
Blo Godot
Lacrimanera
Irlanda
Due Calzini
Il Blog di Barbara
Aislinn
Rose Noire Antique
Vecuvia
Harry
Martin Rua
Spettatore
Vetro

EXTRA ED INIZIATIVE
Lucrezio intervista Valhalla
Il mio post numero 100
Il mio primo anno da bloggers
Valhalla intervista Lucrezio
Arius intervista Valhalla
Il mio secondo post su Libero
Il mio articolo su Libero

BLOGS INTERNAZIONALI
Morena escribe ( Perù )
Sandritaparra ( Colombia )
Ranr ( Indonesia )
Carmenaguado ( Spagna )
Das Mystische ( Spagna )
maelocinema ( Spagna )
Zona Libre ( Spagna )
Franjotasaavedra ( Spagna )
Irish Blogs ( Irlanda )
Irish art ( Irlanda )
Pinocchio ( Svizzera )
Blogs svizzeri ( Svizzera )
Blogs australiani ( Australia )
Blogs arabi ( Mondo Arabo )
Blogs arabi ( Mondo Arabo )
Lonehighlander ( Libia )
Palestine Blogs ( Palestina )
Poetry For Palestine ( Palestina )
Natasha Tynes ( Giordania )
Alcuni Blogs marocchini ( Marocco )
Cocktail ( Siria )
Vivre in Syrie ( Siria )

GLI EORI DELLA SETTIMANA ARTISTICA
Nefeli
Serafico
Mangino Brioches


CERCA